Papi-20.JPG

BIOGRAFIA

Nato in Val Venosta, è sempre rimasto molto legato alla sua terra d'origine. Lui e i suoi dieci fratelli sono stati mandati a lavorare nelle fattorie di montagna durante l'estate. Fu durante questi lunghi mesi estivi che Müller capì per la prima volta cosa significasse la nostalgia di casa. E questa nostalgia si esprime ancora e ancora nelle sue immagini. È questa forte sensazione che ispira ogni volta entusiasmo nello spettatore. E la consapevolezza che questo artista “dipinge con l'anima”.
 
Müller ha sviluppato il suo stile. Spesso la sua passione per la pittura non lo lasciava riposare, dipingeva fino a tarda notte. Dalla sua creatività sono emerse diverse opere.
Oggi l'artista ha raggiunto un punto in cui vuole svilupparsi ancora. Questa intenzione si riflette nei nuovi motivi colorati. Müller cattura un raggio di luce sull'acqua. Oppure immerge il Monte Sole della Val Venosta in una tavolozza colorata. Questo è audace, ma Müller non lo teme. Tutti i motivi esprimono una forza incredibile e assorbono completamente lo sguardo dello spettatore.
 
Numerose mostre in Italia e all'estero dal 1975 in poi testimoniano lo sviluppo creativo di questo insolito pittore naturale. Ecco alcuni punti salienti:
 
Galleria "Innsbrucker Werkstätte"
Mostra collettiva "Galleria Michelangelo" a Firenze
Partecipazione alla mostra all'aperto SAND-ART a Campo Tures
Mostra al Palmenhaus Schönbrunn di Vienna
Ha commissionato un dipinto di Reinhold Messner per il Messner Mountain Museum di Bolzano. Il castello di Sigmundskron è mostrato a 3x1 m